Agenzia Welcome Travel

MARTINICA: JOYA DEL CARIBE - Cosa vedere

null
null
null
 

MARTINICA: JOYA DEL CARIBE - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: VS4MQS245

La Martinica è ricca di bellissime spiagge diverse tra loro, quelle del sud sono di sabbia bianca fine, mentre quelle a nord sono nere di origine vulcanica. Infatti a nord dell'isola è presente il Vulcano Pelè, che ha un valore storico vista la grande eruzione che nel 1902 distrusse l'abitato di Saint Pierre, altra tappa per la visita della città o meglio dei ruderi della città, che rimangono dopo l'eruzione. La Savane ed il Parc Floreal sono dei grandi parchi naturali della città, che ospitano differenti specie di flora e di fauna marittima. Il parco La Savane, situato proprio in centro città, è un grande giardino ricco di piante e fiori originariamente era un sito militare ora invece è un parco attrezzato che ospita molte specie vegetali importate che si sono facilmente ambientate a questo clima. Sul lato nord del parco c'è una statua di Giuseppina Bonaparte, realizzata in marmo bianco di Carrara, inaugurata nel 1859 e misteriosamente decapitata in tempi recenti. Da non perdere Il Sacre Coeur di Balata, una piccola replica della basilica del Sacre Coeur di Parigi, eseguita nel 1815, sorge sulla collina e offre un bellissimo panorama sulla capitale fino alla Pointe du Bout. Tutta la costa atlantica è un alternarsi di spiagge e scogliere. Il punto più spettacolare è la penisola della Caravelle, riserva naturale con belle spiagge atlantiche, fatto di paesaggi selvaggi, villaggi di pescatori e percorsi per il trekking. La spiaggia di Tartane è lunga e sabbiosa e offre molti ristoranti dove poter pranzare, l'Anse d'Etang invece, orlata di palme, è una spiaggia più ventosa e ombreggiata. All'estremità della penisola si possono visitare i ruderi del Castello Ducuc, una vecchia residenza di un pirata della costa. Les Salines, è considerata tra le più splendide spiagge dell'isola di Martinica: paradisiaca, con le palme e con acque cristalline. Alle spalle c'è una foresta di mangrovie con delle passatoie che permettono di camminare e fare bird watching. Molto piú selvaggia, Anse Trabaud, é la tipica spiaggia da cartolina. Da Qui, passeggiando, arriverete ad uno dei panorami più particolari della Martinica: Savane des Pétrifications. Quest'area è molto diversa dal resto dell'isola e si tratta di una zona arida con un paesaggio quasi lunare. Le ''gemelle diverse'' dell'isola sono Anse Noire e Anse Dufour. Si tratta di due spiagge vicinissime ma molto diverse: Anse Dufour è  di sabbia dorata, mentre Anse Noire è di sabbia nera. Entrambe accessibili con una ripida scalinata, una a destra e una a sinistra della roccia che le divide, ma mentre Anse Noire è abbastanza spartana, Anse Dufour è molto più attrezzata con ristorantini e bar.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK